Generazione Anni 90

Benvenuto negli anni 90, dove i ricordi diventano emozioni

seguimi
You Tube Twitter Facebook Instagram


Film




Non è un caso che ancora oggi in televisione, continuino a trasmettere pellicole girate negli anni 90. Film diventati cult che hanno visto esordire attori divenuti adesso star pluripremiate.
Vivere nella generazione degli anni 90 significava avere avuto a disposizione pelicole indimenticabili, film che ci hanno fatto compagnia nelle lunghe serate per colpa dei pochi canali in tv e l’assenza di internet, facendoci capire i valori dell'amicizia, della famiglia e spesso anche dell'amore. Di molti conosciamo ogni battuta a memoria, di altri le colonne sonore, piccole cose che hanno caratterizzato la nostra infanzia e generazione.

In questo decennio possiamo ricordare il cinema italiano per una serie di riconoscimenti a livello internazionale. Nel 1990 Tornatore vince l’oscar per Nuovo Cinema Paradiso, due anni dopo è Gabriele Salvatores ad essere premiato con Mediterraneo (miglior film straniero 1992), Fellini riceve l’oscar alla carriera e Benigni ottiene 3 oscar nel 99 per La vita è bella, battendo in quel momento il record di incassi in Italia (con circa 31 milioni di euro).


Negli anni 90 il cinema italiano perde alcuni dei suoi pezzi da novanta, come Federico Fellini (1993), Massimo Troisi (1994), Giulietta Masina (1994).

film

Nei cinema, ad affiancare le proiezioni italiane c’erano anche quelle americane che, dalle commedie più divertenti a quelle d’azione, da quelle horror a quelle di fantascienza, così si riempivano i botteghini del cinema.
Gli anni Novanta si aprono con l’esplosione di Quentin Tarantino, che con il suo primo film da regista, Le iene (Reservoir Dogs), riscuote un grande successo. Siamo nel 1992 e siamo solo all’inizio di una lunga carriera non solo da regista ma anche da attore, sceneggiatore e produttore cinematografico.
Con il passare degli anni usciranno pellicole come: Pulp Fiction (1994), Four Rooms – episodio L’uomo di Hollywood (The Man from Hollywood) (1995) e Jackie Brown (1997).


Anche le risate non sono mai mancate, chi non ha mai visto e sperato di vivere un giorno come il ragazzo di Mamma ho perso l’aereo? Di cantare e ballare come l’attrice Whoopi Goldberg, nei panni della simpatica suora del film Sister Act? E di andare alla ricerca del tesoro nascosto come i ragazzi di Gonnies?
Altre decine di commedie hanno fatto divertire la generazione dei 90, e tante altre pellicole hanno fatto riflettere sulla vita e su avvenimenti reali come i capolavori Titanic e Salvate il Soldato Ryan.

Nella seconda metà del decennio iniziano ad uscire nelle sale nuovi tipi di film, dove la tecnologia e nuovi strumenti digitali ne sono i protagonisti, cercando di bilanciare la realtà con la fantascienza.
Parliamo, ad esempio, di film come Titanic, che avendo comunque uno stile molto classico, è stato arricchito con effetti grafici digitali per poter mostrare la catastrofe nel modo più reale possibile. Ci sono anche film come Indipendece Day e Matrix che sono riusciti a creare effetti speciali che a quell’epoca erano sorprendenti.
Sopratutto con Matrix si è riusciti a cancellare il set come punto di partenza da abbandonare, per arrivare alla totale cancellazione dello spazio, occupato poi da soli effetti digitali.

Tra le pellicole più cult di questo decennio possiamo ricordare: Il Postino (1994), Trainspotting (1996), Seven (1995), Titanic (1997), Braveheart (1995), Pretty Woman (1990), American Beauty (1999), Jurassic Park (1993), Mediterraneo (1991), Quei bravi ragazzi (1990), Balla coi lui (1990), Forrest Gump (1994), Matrix (1999), Pulp Fiction (1994), La vita è bella (1997), Il silenzio degli innocenti (1991), Schindler’s List (1993), Salvate il soldato Ryan (1998), Fight Club (1999), Il Corvo (1994), Scream (1996).
Questi sono solo alcuni dei titoli che abbiamo visto e rivisto decine di volte, ora insieme cercheremo di ricordare quelli che hanno fatto la storia del cinema.